Gli studenti Irsoo in visita a Luxottica

Grande entusiasmo per la visita allo stabilimento Luxottica di Agordo (Veneto). L’iniziativa ha pienamente soddisfatto i ragazzi del primo anno di Ottica che, con l’appoggio dei docenti e della direzione, hanno organizzato la loro gita, spinti dal desiderio di conoscenza e dallo spirito di unione che contraddistingue le classi dell’istituto di Vinci.

Luxottica è l’azienda leader nel design e nella produzione di occhiali da sole e da vista; distribuisce in più di 150 paesi e conta oltre 8000 negozi in tutto il mondo. Questo colosso nasce nel 1961 ad Agordo, in una splendida vallata ai piedi delle Dolomiti Bellunesi.

Venerdì 5 maggio 2017, 36 ragazzi dell’IRSOO e 4 professori si sono recati in questi splendidi posti per far visita alla sede storica di Luxottica. Fin dal momento dell’arrivo, l’azienda ha saputo farsi distinguere per la sua puntualità e precisione, offrendo ai visitatori una degna accoglienza. La giornata è iniziata con la proiezione di un video di presentazione dell’azienda. Successivamente i ragazzi sono stati divisi in tre gruppi, per effettuare in modo semplice ed efficace la visita ai locali di progettazione e produzione degli occhiali.
Ogni gruppo, con la propria guida, ha potuto osservare: i luoghi dove avviene lo studio tecnico e l’ideazione degli stampi per le montature, le officine in cui vengono prodotti e testati gli stampi, la produzione e saldatura di aste, ponti e cerniere, il meccanismo della burattatura e le fasi finali di verniciatura e decorazione della montatura.

Alla visita, durata circa due ore e mezzo, è seguito il pranzo gentilmente offerto dall’azienda direttamente nella mensa interna. Molto soddisfatti sia i professori che gli alunni, che hanno potuto osservare da vicino i macchinari e le tecniche con cui vengono prodotte le montature vendute in un negozio di ottica. Tutto ciò ha permesso ai futuri ottici di apprezzare il valore di quello che andranno a proporre ai loro clienti.

Esperienze come questa affascinano gli studenti e permettono di svolgere una lezione alternativa, fuori dai banchi di scuola; infatti i ragazzi sono tornati pieni di entusiasmo e di nuove conoscenze, che certamente faranno parte del loro bagaglio culturale.