Il futuro dell’ottico in un manuale?

Pare proprio di si. A cura di Jessica Ciaramelletti

Fenomeno indiscusso dell’anno, il manuale “Ad ogni volto il propio occhiale” è stato scritto da un architetto con l’ambizione di elevare il ruolo dell’ottico da commerciante a consulente. Ma vediamo di comprendere meglio cosa possa regalare la lettura di questo testo unico nel suo genere – presentato al Mido 2017, in svariati Istituti di Ottica, Associazioni Ottici Optometristi e Atenei d’Italia – non solo per i concetti che trasmette ma anche per l’approccio inedito che suggerisce di adottare, parlandone con la sua autrice, Jessica Ciaramelletti, che da anni opera nel settore della bellezza anche in campo formativo e progettuale.

Quale reazione ha suscitato tra gli ottici la presentazione del suo libro?

Grande scompiglio. Come del resto accade per tutte le novità che implicano un cambiamento. In particolar modo poi quando l’artefice della novità è un professionista che proviene da un altro settore.

Ci può spiegare meglio cosa intende dire nel suo manuale con “l’ottico per avere un futuro deve trasformarsi in un consulente” Non lo è già?

Da un punto di vista ottico-optometrico sicuramente si, ma non da un punto di vista estetico. L’ottico del futuro deve possedere delle conoscenze tali per le quali sia in grado di suggerire al cliente quale possa essere l’occhiale che meglio valorizzi il suo volto e il perché. Solo in questo modo il cliente uscirà dal centro ottico non solo pienamente soddisfatto dell’acquisto fatto ma che del trattamento ricevuto. Insomma riuscire a fornirgli una Customer Experience d’eccezione!

Perché è convinta che la strada della consulenza sia quella più giusta da percorrere per un ottico?

Perché il cliente di oggi è un cliente sempre più informato ed esigente e si aspetta che l’ottico sia in grado di supportarlo nella scelta dell’occhiale non solo da un punto di vista ottico-optometrico ma anche estetico. Quante volte le è capitato di sentirsi dire, entrando in un centro di ottica, “Questi occhiali vanno per la maggiore. Ne sto vendendo un sacco”? Frasi che dimostrano da parte dell’ottico un approccio old style che lo pone in una condizione di sudditanza, nel ruolo di semplice venditore, intercambiabile con qualsiasi altro centro di ottica della città a parità di prezzo. E che giustifica anche il perché, camminando per strada, si vedono sempre più persone che indossano modelli di occhiali totalmente inappropriati al loro volto.

Crede che la semplice lettura del suo libro possa convincere l’ottico ad attuare questo cambiamento professionale?

Senza voler peccare di presunzione, ASSOLUTAMENTE SI! La lettura del mio libro non solo lo convincerà che la strada della consulenza estetica è quella vincente ma gli fornirà anche il metodo per attuarla.  I concetti in esso contenuti spingono il lettore non solo a porsi delle domande e a fare delle riflessioni profonde, ma forniscono allo stesso delle risposte chiare e precise. Inoltre il mio libro non si limita solo a questo. Va molto oltre. Indirizzerà l’ottico verso nuove collaborazioni e gli suggerirà una serie di nuovi servizi vendita e post vendita da offrire ai suoi clienti.

Ma come fa ad esserne così sicura?

Sicuri non si è mai di nulla, ma gli svariati feedback ricevuti da parte degli ottici che l’hanno già letto mi consentono di asserirlo senza ombra di dubbio!

Può svelarci qualche particolare del suo libro?

Certamente. Un racconto scritto a quattro mani dal titolo “La DIVA” inserito ad inizio libro. Un racconto breve ma intenso con un finale inaspettato, in cui si fondono per magia tutti gli argomenti trattati all’interno del manuale in modo da permetterne una più facile lettura, in particolare dei capitoli più tecnici.

Altre novità in vista?

YES. Ma non voglio svelarvi nulla. Stay Tuned!

Si fa presente che il manuale “Ad ogni volto il proprio occhiale” è acquistabile solo online dal seguente sito: www.jessicaciaramelletti.it
Per info: arch.ciaramelletti@gmail.com