Marketing, cosa è un funnel

A cura di Niccolò Sacchetti

Perché è importante per rendere efficaci le tue attività di marketing digitale? Quante volte vi sarà capitato di porvi alcuni dei seguenti interrogativi: Perché le campagne pubblicitarie su Google non portano nuove visite al mio negozio? Come mai i post che pubblico su Facebook sono visualizzati, ma nessun potenziale cliente mi contatta per chiedere informazioni sui nuovi modelli di occhiali? Perché gli sms che mando alla lista di contatti con le promozioni del mese non generano riscontri?

Di quesiti come questi potremmo andare avanti a ipotizzarne per ore, ma la risposta alla fine dei ragionamenti sarà probabilmente una e una sola. Le varie attività di marketing messe in atto mancano di una regia, ovverosia un flusso chiaro e organizzato che metta in fila le varie azioni in modo ordinato. Manca, in sintesi, un funnel: un vero e proprio “imbuto” all’interno del quale andare a canalizzare in primo luogo visite/visualizzazioni verso le piattaforme web di cui disponiamo, per poi andare a trasformarle alla fine del percorso di comunicazione in potenziali clienti pronti a comprare il nostro prodotto. Andiamo con ordine! Se ricordate, in un articolo dedicato alle strategie di marketing digitale di uno dei precedenti numeri, parlavamo di analisi, quella attività di marketing strategico grazie alla quale riuscire ad avere un’idea chiara sui nostri clienti e potenziali relativamente a:

  • Chi sono (età, sesso, professione, zona di residenza, modo di vivere, etc)?
  • Dove li posso individuare/intercettare?
  • Come li attiro verso la mia proposta commerciale?
  • Cosa posso promettere loro affinché scelgano il mio negozio o i miei prodotti?
  • Quali “esche” posso utilizzare?

Se questa analisi l’abbiamo svolta, ora è il momento di cominciare a ragionare in termini di customer lifecycle, ovverosia di quali sono i vari step all’interno del processo d’acquisto dei vostri clienti che portano un semplice visitatore a diventare prima prospect (potenziale cliente interessato) e poi infine cliente pagante. Per riuscire a lavorare in queste differenti fasi del processo d’acquisto costruendo di volta in volta i contenuti (post, newsletter, articoli di blog, etc) più adatti ad ogni fase, uno dei metodi più efficaci per ottenere risultati è proprio quello del Funnel. Generalmente quando si parla di marketing digitale si è soliti suddividere il Funnel in 3 step principali:

  • Top of the Funnel
  • Middle of the Funnel
  • Bottom of the Funnel

Nella parte alta del Funnel (Top of the Funnel), dove l’obiettivo sarà quello di generare traffico verso il proprio sito o blog, dovremo costruire contenuti in grado di aiutarci a generare nuovi contatti (indirizzi e-mail). Alcuni esempi di contenuto: articoli o post relativi alle ultime tendenze in fatto di occhiali (materiali, modelli, colori etc). Nella parte mediana del Funnel (Middle) dovremo cercare invece di canalizzare i lead con l’obiettivo di far loro capire che possiamo essere gli interlocutori migliori per risolvere la loro problematica/esigenza. Alcuni esempi di contenuto: video testimonianze di clienti soddisfatti, casi studio in cui si sono risolte problematiche complesse, etc. Nella parte finale del Funnel (Bottom) dovremo infine portare i prospect a scegliere noi, a diventare quindi nostri clienti. Alcuni esempi di contenuto: test gratuiti della vista, promozioni del mese, etc. Solamente quando avrete chiaro come canalizzare i contenuti in vostro possesso, all’interno delle varie fasi, potrete cominciare a ragionare su quali strumenti possono aiutarvi a raggiungere gli obiettivi che vi prefissate e con che modalità. Volete generare traffico verso le vostre piattaforme web/social o generare nuovi contatti? Siete invece alla ricerca di convertire i vostri Lead in Prospect? Volete accelerare i processo di conversione da Prospect a Cliente?

In base al vostro obiettivo ogni strumento con tutte le sue funzionalità potrà fare o non fare al caso vostro. Che stai aspettando? Prendi subito in mano tutti i contenuti di cui sei in possesso e comincia a capire come e dove si possono inserire all’interno del tuo Funnel di comunicazione. Solo quando lo avrai fatto potrai riprogettare le tue campagne e tenerle monitorate per capire se i risultati cominceranno ad arrivare. E anche per questo numero è tutto.

Se vi sono restati dei dubbi o avete delle domande contattate la Redazione o direttamente sui miei profili Social. Alla prossima!