EssilorLuxottica: proxy advisor appoggiano nomina consiglieri fondi

Due importanti “proxy advisor” (Iss e Glass Lewis) consigliano, in vista dell’assemblea di EssilorLuxottica, di votare a favore della proposta dei fondi di nominare due nuovi consiglieri di amministrazione del gigante delle lenti e delle montature, che andrebbero a cambiare l’attuale equilibrio di otto consiglieri a testa di parte francese e italiana.

La richiesta da parte dei fondi di investimento in vista dell’assemblea del 16 maggio, ora in qualche modo sostenuta dai due istituti di raccolta delle deleghe, ha ricevuto il parere contrario del board di EssilorLuxottica. Valoptec ha presentato un’analoga mozione; l’associazione che riunisce circa 10mila dipendenti e pensionati di Essilor sostiene Peter James Montagnon, mentre Iss e Glass Lewis appoggiano i candidati dei fondi Wendy Evrard Lane e Jesper Brandgaard. Il Cda di EssilorLuxottica può avere al massimo 18 componenti, potrebbero entrarne quindi solo due su tre e Glass Lewis si esprime contro Montagnon ritenendo Valoptec già rappresentata.

La proposta di Valoptec rafforzerebbe la posizione di Essilor, in violazione degli accordi di combinazione “che Valoptec ha accettato ancora nel 2017 e in forza dei quali ha anche un rappresentante permanente in Consiglio”, aggiungono le fonti. “Il presidente di Valoptec si è impegnata personalmente a favore dell’approvazione del regolamento del Consiglio” che prevede meccanismi di funzionamento e di voto basati sugli “equal powers” tra Delfin e Essilor sanciti dal “combination agreement” approvato dai soci di Essilor in assemblea nel 2017.

Secondo la fonte, sono gli stessi accordi che sanciscono 16 amministratori in EssilorLuxottica, metà di nomina Delfin, metà di Essilor, e oggi Valoptec, secondo i dati comunicati dall’associazione, annovera circa 10.000 iscritti su circa 70.000 dipendenti Essilor nel mondo. Secondo le ultime comunicazioni ufficiali Essilor, il 68% dei dipendenti del gruppo francese detiene almeno un’azione EssilorLuxottica, ovvero solo uno su cinque è associato a Valoptec, fanno notare ancora le fonti vicine a Delfin.

fonte: fashionnetwork