Fielmann chiude il 2018 a 1,43 miliardi di fatturato (+2,9%)

Fielmann, catena tedesca di eyewear fondata nel 1972 da da Günther Fielmann, ha chiuso il 2018 con un fatturato consolidato di 1,43 miliardi, in crescita del 2,9% rispetto al giro d’affari di 1,39 miliardi dell’anno precedente. L’utile ante imposte ha raggiunto i 250,9 milioni di euro (era di 248,6 milioni di euro nel 2017) e l’utile netto 173,6 milioni di euro (172,9 milioni di euro l’anno prima). Il margine dell’utile ante imposte sul fatturato è di 17,6%. Nel corso dell’anno, la società ha venduto 8,15 milioni di paia di occhiali.
Anche l’andamento del primo trimestre 2019 è stato positivo, con una crescita del fatturato consolidato del 6,3% a 371,8 milioni di euro, un utile ante imposte di 67,2 milioni e un utile netto trimestrale di 46,6 milioni. Gli occhiali venduti tra gennaio e marzo sono stati 1,99 milioni.

A fronte di questi risultati positivi, il prossimo 11 luglio, in occasione dell’Annual General Meeting della società, il Consiglio di Amministrazione e il Supervisory Board di Fielmann proporranno una distribuzione del dividendo a 1,90 euro per azione, il 14esimo incremento consecutivo dei dividendi, per un ammontare complessivo di 159,6 milioni.

L’insegna è presente nel mondo con una rete di 736 negozi, di cui 600 in Germania, 43 in Svizzera, 38 in Austria, 20 in Polonia, 18 in Italia e 17 nel resto d’Europa; il gruppo ha all’attivo anche 46 piccole filiali nell’Europa dell’Est. Per quanto riguarda l’Italia, i progetti della società prevedono di raggiungere nel lungo periodo quota 80 negozi, 700.000 occhiali venduti all’anno e un fatturato di 140 milioni di euro. La società impiega a livello europeo 19.274 collaboratori, in crescita di oltre 1.000 unità rispetto all’anno precedente.

Tra il 2019 e 2020, Fielmann investirà complessivamente oltre 200 milioni nello sviluppo e modernizzazione della sua rete di store, nella digitalizzazione del proprio modello di business e nell’espansione internazionale del gruppo.

fonte: fashionnetwork